Velocità di download e upload per Adsl: come scegliere i valori giusti?

Quando si deve scegliere un’offerta per la linea Adsl bisogna considerare molti aspetti, non solo i costi ma anche le prestazioni di navigazione garantite. Una regola generale, da tenere sempre a mente quando si vuole attivare una nuova tariffa, è quella di rapportare i costi e i servizi offerti alle proprie specifiche esigenze. Solo in questo modo si può davvero essere certi di aver scelto il servizio giusto.

Oltre ai costi, uno dei requisiti maggiormente valutati dagli utenti riguarda la velocità di navigazione e, in modo particolare, la velocità di download e upload per Adsl. Si tratta di un requisito non solo molto richiesto, ma anche molto sponsorizzato dalle stesse compagnie telefoniche che spesso sottolineano le prestazioni di navigazione garantite dai loro servizi. Ma cosa s’intende esattamente con l’espressione “velocità di connessione di download e upload”? Bene, in quest’articolo cercheremo di fare chiarezza sull’argomento.

Differenza tra velocità di download e velocità di upload

Come dicevamo, il primo passo per imparare a scegliere la migliore offerta di Adsl è valutare la qualità dei servizi offerti. Partiamo con la un requisito molto importante, ovvero la velocità di download e di upload che indica rapidità di queste due diverse modalità di trasmissione dei dati in rete. Per definizione, una linea Adsl rappresenta una linea di trasmissione asimmetrica in cui la velocità di ricezione dei dati (download) è superiore a quella di invio (upload). L’acronimo Adsl indica letteralmente Asymmetric Digital Subriber Line.

Per semplificare il discorso e non perderci in definizioni troppo tecniche, diremo semplicemente che:

  • per velocità di download si intende il tempo impiegato per trasferire le informazioni dal server a un dispositivo d’uso sia esso un computer, un tablet o uno smartphone;
  • per velocità di upload si fa riferimento al tempo impiegato per trasferire i dati dal dispositivo d’uso al server in rete.

Scegliere la giusta velocità dell’Adsl in base alle proprie abitudini

Le velocità di download e di upload dell’Adsl viene indicata dalla maggior parte delle compagnie con la dicitura Mega, anche se non mancano offerte che indicano questi valori in Megabit, e qualche volta anche tramite la dicitura abbreviata Mbps, Mbit/s. Ovviamente la scelta tenderà ricadere su valori più elevati, sinonimo di prestazioni migliori che, nella maggior parte dei casi, comporteranno un sensibile aumento dei costi del canone mensile.

Per evitare di scegliere una tariffa troppo costosa, o comunque che offra dei servizi superiori rispetto a quelli di cui si ha davvero bisogno, è importante riflettere sulle proprie esigenze d’uso. In questi casi è quindi importante giungere ad un buon compromesso tra costi e servizi. Proviamo a fare qualche esempio per avere dei valori di riferimento per il download:

una velocità di download compresa fra 1 e 7 Mbps può essere per navigare in internet, mandare mail e guardare qualche video su You Tube;

una velocità di download fino a un massimo di 20 Mega è necessaria per guardare film in streaming e usare programmi per videogiochi;

Per quanto riguarda invece la velocità di upload, i suoi valori sono inferiori e generalmente compresi tra 1 a 3 Mbps. Una connessione da 1 Mega potrebbe andare bene per inviare mail e allegare file leggeri. Se invece si è soliti mettere online tante immagini e video e inviare file molto pesanti, bisognerà optare per valori maggiori.

Una volta scelta l’offerta per Adsl sarebbe opportuno verificare che la qualità dei servizi garantiti dalla compagnia telefonica, corrisponda davvero alla realtà. Per effettuare una verifica basterà effettuare uno Speed test, ovvero un test messo a punto dall’Agcom per garantire la trasparenza dei servizi offerti. Con il Progetto Misura Internet sarà possibile verificare le prestazioni del servizio di collegamento internet a banda larga, semplicemente scaricando un software gratuito. Al termine del test verrà anche rilasciato un certificato dal valore legale che potrà essere usato dall’utente in caso di reclami per valori di navigazione inferiori a quelli garantiti dall’offerta.

Lascia un commento