Tutte le ultime novità sui mutui ipotecari Inps

I mutui ipotecari Inps sono una particolare soluzione di finanziamento riservata a tutti gli iscritti all’Istituto di Previdenza che desiderano ottenere la liquidità necessaria per acquistare un immobile ad uso abitativo o per intraprendere dei lavori di ristrutturazione presso la propria abitazione. Ottenere un mutuo ipotecario Inps è semplice consente inoltre di accedere a numerosi vantaggi tra i quali la possibilità di conoscere in anticipo il piano di ammortamento previsto per il finanziamento richiesto.

Sarebbe proprio questa l’ultima notizia diffusa dall’Inps, ovvero l’attivazione sul sito dell’Istituto di Previdenza di un servizio di simulazione che consente di conoscere in anteprima l’ammontare della rata del mutuo semplicemente indicando l’ammontare desiderato e il tipo di tasso d’interesse, se fisso o variabile. Il servizio, denominato “Gestione dipendenti pubblici: simulazione piano ammortamento mutui ipotecari”, non richiede nessuna autenticazione ed è inserito nella sezione dedicata ai cittadini.

Mutui ipotecari Inps rinnovati anche per il 2016

L’annuncio del nuovo servizio di simulazione arriva contestualmente al rinnovo dell’erogazione dei mutui ipotecari Inps previsti per il 2016. Una soluzione di finanziamento particolarmente apprezzata già negli anni passati che anche quest’anno consentirà a molti italiani di realizzare nuovi progetti. Per accedere a questa formula di finanziamento occorre essere iscritti Inps, possedere un contratto di lavoro a tempo indeterminato, mentre ai pensionati è richiesta l’iscrizione nelle liste della Gestione unitaria autonoma delle prestazioni creditizie sociali da almeno un anno.

Un’altra importante condizione è dimostrare di non possedere altri immobili ad uso residenziale su tutto il territorio nazionale; inoltre nel nucleo familiare della persona richiedente non dovranno esserci individui intenzionati a creare una nuova famiglia diversa da quella dei genitori. Una volta definite queste primarie condizioni si potrà avere diritto ad accedere alla somma desiderata, che potrà variare da un massimo di 300 mila euro previsti per gli acquisti di nuovi immobili, fino ad un massimo di 150 mila euro garantiti per interventi di ristrutturazione della propria abitazione.

Mutui ipotecari Inps: le condizioni offerte

In merito ai tassi d’interesse applicati ai finanziamenti, gli interessati potranno scegliere tra i tassi fissi e quelli variabili. Nel primo caso il valore è fissato al 2,95% mentre per i tassi variabili l’ammontare viene stabilito in base al valore dell’Euribor a 6 mesi e, come specificato nell’apposito Regolamento Inps, “calcolato su 360 giorni, maggiorato di 200 punti base, rilevato al 30 giugno o al 31 dicembre del semestre precedente e applicato sul debito residuo a tale data”. I tempi di rimborso del finanziamento variano dai 10 ai 30 anni, con l’unica eccezione prevista per gli over 65 che dovranno restituire la somma ottenuta al massimo entro 15 anni.

La ripresa del mercato creditizio

La decisione di estendere anche al 2016 l’erogazione dei mutui ipotecari Inps si inserisce nel generale clima di ripresa del mercato creditizio italiano. Il calo dei tassi d’interesse e dei prezzi degli immobili hanno infatti risvegliato la voglia di investire di molti italiani. Secondo il bollettino Abi, il mese di novembre ha registrato una delle migliori performance del mercato creditizio grazie alla crescita dei finanziamenti erogati ad imprese e famiglie. Un trend positivo che si spera possa proseguire anche nel nuovo anno, nonostante il lieve aumento dei prezzi degli immobili registrato nelle principali città italiane.

Lascia un commento