Trasloco della linea telefonica, cosa è importante sapere?

Quando decidi di traslocare e cambiare casa, è importante ricordarsi di avvisare tutti i fornitori delle tue utenze domestiche (gas, luce, servizi pay-tv) e, se lo desideri, richiedere di spostare questi servizi nella tua nuova abitazione. Lo stesso discorso vale anche per il tuo telefono di casa che dovrà essere “traslocato” esattamente come tutte le altre utenze, sempre che tu non abbia intenzione di cambiare operatore telefonico e desideri continuare a usufruire della medesima offerta telefonica.

Se anche tu hai in programma di trasferirti in un altro appartamento e disponi di un telefono fisso, sappi che fortunatamente non sarà necessario effettuare la disdetta telefonica della tua utenza ma che dovrai solo effettuare il cosiddetto trasloco della linea telefonica. A questo proposito, per capire come funziona esattamente il trasferimento dell’utenza telefonica abbiamo chiesto una mano agli esperti di SuperMoney, il portale di comparazione di servizi telefonici online. Ecco quindi di seguito quali sono i passaggi da effettuare affinché il trasloco vada a buon fine.

Trasloco della linea telefonica: tutti i dettagli

La prima cosa da sapere sul trasloco della linea telefonica è che il trasferimento vale sia se ti trasferisci in un’altra zona nella stessa città sia se ti sposti presso una località diversa da quella d’origine. Se la nuova abitazione è collocata nel medesimo distretto telefonico di quella di prima, salvo problemi tecnici, ti sarà possibile mantenere anche il vecchio numero telefonico.

Una volta attivata la richiesta del trasferimento del telefono nella tua nuova casa, sappi che potrai comunque continuare a utilizzare la tua linea telefonica nel vecchio appartamento poiché il trasloco verrà effettuato concretamente dal tuo operatore telefonico solo successivamente. Tieni anche presente che potrebbe essere necessaria l’uscita di un tecnico specializzato per verificare e ultimare le operazioni di allacciamento alla tua nuova casa.

Ricordati inoltre che un conto è parlare di trasloco della linea telefonica e un altro è invece fare riferimento al cosiddetto subentro. Quest’ultimo, infatti, ti permette di modificare l’intestazione di una linea telefonica attiva nella stessa sede dove è collegato l’impianto. Detto altrimenti, il subentro prevede che tu stia traslocando in una casa dove è già attivo un contratto telefonico.

Trasloco della linea telefonica: procedura e costi

Generalmente, la maggior parte delle compagnie telefoniche mettono a disposizione sui propri siti web i moduli per la richiesta di trasloco della linea telefonica. Per effettuare la domanda di trasferimento è quindi necessario scaricare il documento, compilarlo in tutte le sue parti e inviarlo secondo le modalità previste dal singolo operatore.

In alternativa, potrai contattare il servizio clienti che provvederà a inviarti tramite mail o via posta tradizionale tutta la documentazione da firmare e rispedire indietro. Una volta inviata la richiesta, i tempi e i costi del trasloco sono variabili e dipendono dal singolo operatore telefonico.

In generale, i tempi di attivazione della nuova linea telefonica variano da un minimo di 10 giorni lavorativi a un massimo di 120 giorni lavorativi dal momento in cui il fornitore riceve la tua domanda di trasferimento. Per quanto riguarda invece i costi del trasferimento del telefono dovrai farti carico di un contributo medio di 70 euro.

Lascia un commento