Speciale Truffe su Internet: il PHISHING

Le truffe informatiche sono ormai all’ordine del giorno: la Rete rappresenta infatti un’enorme opportunità anche per i delinquenti che, attraverso Internet, hanno la possibilità di raggiungere un numero elevatissimo di persone.

ATTENZIONE, in particolare, al cosiddetto PHISHING, ossia all’invio di messaggi di posta elettronica che imitano grafico e logo dei siti istituzionali, ingannando l’utente e convincendolo a rivelare dati personali quali numeri di conto corrente o della carta di credito, codici di identificazione, password ecc.

Cosa Significa PHISHING?

Il termine phishing è una variante di FISHING (“to fish”, in inglese, significa “pescare”) e allude all’uso di tecniche sempre più sofisticate appunto per “pescare” dati finanziari, password e altre informazioni riservate di un utente.

Come riconoscere queste false e-mail?

I messaggi – “esca” simulano, nella grafica e nel contenuto, quelli di enti conosciuti e considerati affidabili quali le Poste Italiane o Istituti Bancari oppure siti di aste online ( per esempio, eBay );

Questi messaggi avvisano l’utente, nella maggior parte dei casi, di un presunto problema relativo al suo conto o al suo account ( per esempio, la necessità di aggiornare dati in scadenza ), per risolvere il quale è necessario cliccare su un link, contenuto nella medesima e-mail.

Questo link, in realtà, non porta al sito web ufficiale dell’ente o società che figura come mittente del messaggio, bensì a un sito clonato, in apparenza uguale o comunque molto simile a quello autentico ma gestito dal truffatore: qualunque dato digitato su questo sito ( password, numero di conto… ) finisce dunque nelle mani del delinquente!

Come difendersi?

È importante ricordare che le Poste e gli Istituti Bancari NON CHIEDONO MAI DATI PERSONALI come password e numeri di conto ATTRAVERSO MESSAGGI DI POSTA ELETTRONICA!

Se hai il dubbio che l’e-mail provenga davvero dalla tua Banca, in ogni caso, contatta direttamente l’Istituto per telefono oppure vai sul suo sito, ma digitandone tu stesso l’indirizzo nell’apposita barra.

NON CLICCARE MAI SUL LINK CONTENUTO NELL’ E-MAIL

Ricorda inoltre di segnalare ogni messaggio sospetto alla Polizia postale e delle comunicazioni: permetterai così alle Forze dell’ordine di venire a conoscenza del tentativo di truffa e di avviare le indagini per risalire ai truffatori!

Lascia un commento