Recupero Ticket lazio: Difensore Civico in pressing

Sulla vicenda delle richieste di versare vecchi ticket che i Cittadini, secondo la Regione Lazio, non avrebbero pagato a suo tempo permane lo strano silenzio degli Uffici preposti e del Presidente della Regione Lazio.

Se infatti è già grave che i Cittadini che presentano un’istanza non ottengano risposta, ha quasi dell’incredibile quello che si sta verificando in questi giorni.

Come ricorderete infatti, il Difensore Civico Regionale, chiamato in causa da centinaia di Cittadini su nostro suggerimento, era intervenuto chiedendo delucidazioni e facendo sue le domande che i Cittadini, utilizzando i nostri moduli, avanzavano alla Regione.

Ebbene: nonostante la Legge Regionale nr. 17 del lontano 1980 obblighi gli organismi regionali a rispondere al Difensore Civico, le domande poste forse pongono talmente in imbarazzo la Regione da restare, violando una propria legge, in un persistente silenzio.

Ma il Difensore Civico non è rimasto con le mani in mano: ha sollecitato una risposta con la lettera che trovate qui ricordando alla Regione i propri obblighi e pregandoci di informare i Cittadini di questa iniziativa.

Caro Presidente Zingaretti, mai penseremmo che per Lei i Cittadini esistono solo al momento in cui devono esprimere il loro voto, e siamo certi che anche Lei considera importante rispondere alle domande dei Cittadini … ma allora perché questo silenzio?

I Cittadini, se la Regione risponderà alle loro domande, pagheranno senza indugio quanto gli avete richiesto, ma pagare senza sapere bene cosa è perché, forse solo per coprire buchi di bilancio, non ha alcun senso.

Rispondete spiegando nel dettaglio cosa state chiedendo di pagare, e i Cittadini pagheranno, non rispondete e i Cittadini capiranno che era solo l’ennesimo tentativo di fare cassa.

Leggi il Sollecito del Difensore Civico Regionale

e, se ancora non lo hai fatto, e anche se hai già pagato,

chiedi anche tu spiegazioni sul Recupero Ticket della Regione Lazio cliccando qui

Lascia un commento