D.A.SPO.: assoluzione dal reato presupposto e rimedi esperibili

La Cassazione penale, sezione VI, con la sentenza 5 marzo 2020, n. 9006, ha affrontato la questione relativa all’efficacia del provvedimento che dispone il D.A.SPO. nel caso di assoluzione dal fatto-reato che ne ha determinato la relativa adozione. In particolare, la Suprema Corte ha confermato il proprio pacifico orientamento che esclude qualsiasi automatismo tra sentenza penale di assoluzione e caducazione dell’efficacia del provvedimento di D.A.SPO. Il prefato principio, tuttavia, è una conseguenza meramente formale della separazione tra i poteri amministrativi e quelli giurisdizionali, atteso che l’assoluzione dal reato che ha determinato l’adozione del provvedimento di D.A.SPO. non può essere totalmente priva di conseguenze sul piano amministrativo. La pronuncia assolutoria, infatti, …

.. leggi il seguito