Muore la Posta Certificata Statale: Fine di uno spreco

StopCecPac

Quanto può costare ad un Cittadino una casella di posta elettronica certificata? Si parte da circa 10 euro l’anno per arrivare alle 50 massimo.

Ed allo Stato? Anche 19 milioni di euro! Ed anche con le funzioni limitate.

Ma partiamo dall’inizio:

Era la primavera del 2010 quando il Ministro Brunetta, entusiastico, annunciava la nascita della CEC-PAC, una casella di posta elettronica certificata che poteva essere chiesta gratuitamente dai Cittadini, ma che sarebbe servita solo e soltanto per dialogare digitalmente con le Pubbliche Amministrazioni.

Ma su 60 milioni di italiani, in quanti hanno richiesto questa inutile email? Circa 2 milioni … ma qui giungeva la sorpresa!

Per avere la propria email gratuita, oltre alla ovvia registrazione sul sito, serviva anche un’assurda registrazione effettuata di persona presso gli uffici postali.

Ecco quindi che solo circa un milione di italiani ha poi attivato, facendo la fila alla Posta, la propria cartella, e dopo averla attivata, solo il 18% dei nuovi possessori ha poi effettivamente inviato una email, e pochissimi, meno di 100.000 italiani, l’hanno usata.

Perché?

Ma per i soliti motivi: perché usare una email (la CEC-PAC) solo per parlare con la Pubblica Amministrazione quando ne esisteva un’altra (la PEC) a costi irrisori e che mi permetteva di parlare con tutti?

Sembrerebbe una barzelletta, ma purtroppo è un’amara realtà, che, se mantenuta. ci sarebbe costata ben 19 milioni di euro per la sua gestione.

Smetterà lo Stato di inventare, a spese dei Cittadini, cose che già esistono? Invece di reinventare la ruota, perché non porta avanti le scadenze del progetto “Italia Digitale”, visto che accumula ritardi nell’emissione dei Decreti Attuativi che giungono, ad oggi, ad oltre 700 giorni.

Le professionalità e le eccellenze, nello Stato italiano, ci sono, ma il problema è sempre lo stesso: si fa carriera per anzianità e non per meriti, e quindi lo spunto a migliorarsi, praticamente, non esiste, ed i giovani, più avvezzi alla vita digitale, non trovano spazio per dire la loro.

Ed intanto noi italiani paghiamo un server di posta elettronica certificata ben 19 milioni di euro …

Lascia un commento