Coronavirus, Codici: attenzione alle fake news

Coronavirus, Codici: attenzione alle fake news

 

L’Associazione Codici è da sempre in prima linea per smascherare le contraffazioni e le fake news.

Numerosi consumatori, rimasti in casa per adempiere a quanto richiesto dal premier Conte, ci hanno segnalato post e audio che vengono rimbalzati sui social millantando l’autorevolezza della fonte e la verità che i più terrebbero nascosta.

 

È di soli pochi giorni fa la notizia che il Direttore generale dell’ASST Niguarda di Milano ha esposto una denuncia/querela alla Polizia di Stato: sui social network circolavano due messaggi audio del tutto falsi che hanno creato allarme e panico in quelli che li ascoltavano. Così come l’audio che ha scatenato l’assalto ai supermercati a Milano e provincia, dove una donna incitava a “fare la scorta” perché la città sarebbe finita in quarantena. Tutte notizie poi smentite dalle fonti ufficiali e qualificate.

 

Tutti nell’Associazione vogliono ricordare che l’emergenza sanitaria è reale e non bisogna fidarsi di quanto si legge su pagine social o internet poco attendibili. Affidiamo la nostra comprensione dei fatti solo facendo riferimento a quanto viene esposto dagli organi ufficiali: dai Ministeri e dalla Protezione Civile, nonché dalle Regioni e dalle Province. A tal proposito si vuole segnalare che il Ministero della Salute ha istituito una pagina ufficiale nella quale vengono inserite notizie e comunicati stampa ufficiali, risposte alle principali domande che stanno sorgendo in questi giorni a seguito della marea di informazioni a cui ogni giorno i cittadini vengono sottoposti: sul Decreto Io resto a casa, su come prevenire il contagio; nonché si possono trovare tutti i numeri verdi da contattare in caso di necessità. Il sito è il seguente http://www.salute.gov.it/nuovocoronavirus.

 

“La situazione è già grave di per sé e tocca registrare queste notizie che sanno di sciacallaggio, non ci sono parole per definire questi soggetti. Spero vivamente che la vita gli regali quanto loro stanno facendo alla povera gente che oggi cade ignara dei loro loschi inganni”, dichiara Davide Zanon, Segretario Regionale di Codici Lombardia.

L’Associazione Codici esprime cordoglio per tutti i parenti di coloro che sono affetti dal virus e ringrazia dal profondo il lavoro di medici e infermieri che instancabilmente offrono le loro competenze per salvare ogni vita.