Coronavirus, assistenza speciale ai consumatori

Coronavirus, assistenza speciale ai consumatori

 

L’associazione Codici ha attivato un servizio speciale di assistenza ai consumatori per problematiche legate all’emergenza Coronavirus.

È possibile chiedere aiuto scrivendo a [email protected]

L’associazione Codici è pronta a fornire supporto e chiarimenti su:

 

– problemi con rimborsi o cancellazioni di voli, crociere e gite scolastiche;

 

– divieto di uscire di casa (se si ha una causa di giustificazione, l’ammenda non deve essere pagata e va impugnata per evitare che diventi definitiva);

 

– bollette di acqua, luce e gas, verificando eventuali aumenti ingiustificati;

 

– aumenti di bollette telefoniche o abbonamenti a giornali online dopo aver attivato promozioni (ad esempio Giga gratis o abbonamenti scontati per un tempo limitato);

 

– disagi con il telefono o internet a causa delle reti intasate;

 

– problemi con gli acquisti online per quanto riguarda i tempi di consegna;

 

– rispetto delle scadenze fiscali;

 

– rimborso rette asili nido e mense scolastiche;

 

– corretta applicazione delle agevolazioni previste dal Governo;

 

– rimborsi abbonamenti palestra, piscina, centri sportivi e centri culturali;

– problemi con la richiesta di recesso e rimborso di abbonamenti a pay tv dopo la cancellazione di eventi inseriti nei pacchetti promossi.

 

 

“Sono tanti – dichiara l’avvocato Ivano Giacomelli, Segretario Nazionale di Codici – i campi d’azione che abbiamo individuato e su cui i nostri esperti sono al lavoro per offrire chiarimenti e supporto ai consumatori. Il primo, grande tema riguarda il caos viaggi causato dall’emergenza. Cancellazione dei voli, modifica degli itinerari delle crociere, gite scolastiche annullate: tutto senza un’assistenza adeguata e, soprattutto, ponendo ostacoli al rimborso, spesso ignorato per applicare penali ingiuste e care. A questo si aggiungono le spese extra per far fronte ai disagi, come voli o treni alternativi per sopperire alla cancellazione di una partenza o il pernottamento in hotel, solo per citare alcuni esempi. C’è poi il tema controverso del divieto di uscire di casa senza giustificazione. Per chi non lo rispetta, scatta la denuncia penale che è punita con un’ammenda. Se si ha però una causa di giustificazione, l’ammenda non deve essere pagata e va impugnata per evitare che diventi definitiva, per questo è importante rivolgersi ad un avvocato ed è anche su questo che invitiamo i cittadini a rivolgersi al Codici. La nostra assistenza – sottolinea l’avvocato Giacomelli – si spinge anche oltre questo momento e guarda al post emergenza. Siamo al fianco dei consumatori per verificare che non ci siano irregolarità nelle bollette, non solo quelle energetiche ma anche quelle telefoniche, con promozioni gratuite che magari si trasformano in aumenti ingiustificati. Vigileremo anche sul rispetto delle scadenze fiscali, delle agevolazioni e poi sui rimborsi di servizi che, a causa dell’emergenza, hanno subito uno stop. Penso alle rette per gli asili nido, le mense scolastiche, senza dimenticare gli abbonamenti che molti cittadini sottoscrivono per attività che fanno parte della vita quotidiana, in questo momento messa da parte per il bene comune. Mi riferisco, ad esempio, alle palestre, alle piscine, ai centri sportivi ed a quelli culturali. Siamo al lavoro – conclude il Segretario Nazionale di Codici – su queste ed altre tematiche, a disposizione per fornire tutta l’assistenza ed i chiarimenti necessari”.