Canone RAI – Lo pagheremo 2 volte

Ai Cittadini la riscossione del canone costerà 28 milioni di euro in due anni, alla faccia dello sconto di 13 euro annuali.

E’ stato sbandierato ai 4 venti che il Canone RAI quest’anno, grazie all’idea di riscuoterlo forzatamente in bolletta, è diminuito dal 113 a sole 100 euro rateali.

Sarebbe bello … se solo fosse vero!

Questa manovra del Governo infatti è stata pensata da alcune “menti eccelse” che forse consideravano le compagnie elettriche “enti di beneficenza” i quali avrebbero svolto il lavoro di “esattori” completamente gratis, anzi, addirittura pagando di tasca loro tutti gli interventi sui software di fatturazione e organizzativi necessari per riscuotere il Canone.

Le compagnie elettriche non hanno tardato nel suonare la sveglia a questi “sognatori”, battendo cassa per le spese sostenute.

Le compagnie elettriche quindi, ovviamente, non pagheranno le spese di adeguamento … lo Stato, naturalmente, non tira fuori un euro … chi rimane? Il solito contribuente, cioè noi.

Ma il bello è che ci faranno pagare questa “sovrattassa” sul canone di nascosto, zitti zitti, per lasciarci l’illusione di aver avuto uno sconto. Perché affermiamo questo?

Semplicemente perché la bozza del decreto di attuazione alle norme della legge di Stabilità dedicate, appunto, al canone Rai prevede che alle imprese elettriche verrà corrisposto un contributo forfettario per coprire i costi della riscossione del canone Rai, pari a 14 milioni per il 2016 e altrettanti per il 2017 verranno coperte dall’Agenzia delle Entrate, quindi dagli introiti di altre tassazioni
Quando capirà il Governo che i consumatori pagherebbero volentieri il Canone Rai se il servizio fosse “concorrenziale”?
Con pochi euro in più al mese i consumatori possono infatti abbonarsi ad una pay-tv dove non devono subirsi un mare di pubblicità e possono anche vedersi le partite e i film in prima visione.
Si migliori il servizio, si riducano i costi e, al limite, si codifichino i canali in modo tale che chi desidera vedere la RAI per le sue trasmissione pagherà il canone, chi non vuole vederla non lo pagherà.

Lascia un commento