Riaperto il Cambio Lire/Euro

Ecco il modulo per richiedere il cambio. Presentatelo entro il 28 gennaio 2016

Come tutti sanno la legge 289 del 2002 aveva previsto che la conversione delle lire in euro poteva avvenire a richiesta degli interessati fino al 28 febbraio 2012.

E’ però accaduto che il Governo Monti, ha previsto con il Decreto Legge n.121, che “le lire ancora in circolazione si prescrivono a favore dell’Erario con decorrenza immediata” e che “il relativo controvalore è versato all’entrata del bilancio dello Stato per essere assegnato al fondo per l’ammortamento dei titoli di Stato”, anticipando di 84 giorni la prescrizione, spiazzando i “ritardatari, ed incassando così  circa un miliardo e duecento milioni derivante dalla mancata conversione.

Il 5 novembre 2015 la Sentenza 216/15 della Corte Costituzionale ha riaperto i giochi dichiarando illegittima l’anticipata prescrizione: “Nemmeno l’impellente necessità di ridurre il debito pubblico può giustificare la lesione di aspettativa tanto consolidata”.

Cosa succede ora? Il quadro non è chiarissimo. Ci sono due possibilità:

  1. La sentenza riapre i termini di prescrizione da questo interrotti e che di conseguenza per chiedere il cambio delle lire alla Banca d’Italia ci sarebbero circa tre mesi a partire dal deposito della sentenza e quindi il diritto “scade” il 28 gennaio, recuperando quindi precisamente gli 84 giorni di diritto “negato”.
  2. Partendo invece dal ragionamento per cui non é possibile penalizzare i cittadini costringendoli ad informarsi ed a provvedere al cambio in meno di tre mesi, il Governo potrebbe emanare un apposito provvedimento per definire un termine di scadenza adeguatamente lungo, in modo da non penalizzare nessuno.

Diamo oggi la notizia perché la Banca d’Italia aveva emesso il 6 novembre 2015 un comunicato (leggilo qui) nel quale affermava di aver avviato assieme al Ministero dell’Economia e delle Finanze gli approfondimenti necessari per definire le modalità con le quali dare esecuzione alle richieste di cambio delle lire.

A tutto oggi questi chiarimenti non sono arrivati ed il termine del 28 gennaio è vicino. Quindi, in via cautelativa consigliamo a tutti coloro siano ancora in possesso delle vecchie lire di presentare il modulo in allegato inviandolo per Raccomandata entro e non oltre il 28 gennaio 2016. La copia per l’Associazione deve invece essere inviata esclusivamente per fax o posta elettronica

Per gli indirizzi della Banca D’italia da inserire nel modulo potete visitare il sito della Banca d’Italia a questo indirizzo

Per scaricare il Modulo per richiedere il Cambio delle Lire in Euro invece cliccate qui