Ora della Terra: luci spente per accendere la speranza

ora_della_terraMancano pochi minuti all’inizio dell’Ora della Terra, manifestazione ideata e promossa del WWF alla quale aderiamo con piacere.

Alle 20:30 di oggi, sabato 28/03/2015, chi vorrà potrà spegnere le luci intorno a lui per un’ora.

A fargli compagnia, nel buio della notte ci saranno l’Expo Gate e il castello Sforzesco a Milano, a Roma il Colosseo, il Campidoglio, la cupola della basilica di San Pietro, la moschea e la sinagoga, a Pisa piazza dei Miracoli, a Venezia piazza San Marco, a Siena piazza del Campo, a Firenze piazzale Michelangelo, a Napoli piazza Plebiscito e moltissimi altri monumenti, aziende, musei e luoghi simbolici che in Italia spegneranno le luci dalle 20,30 del 28 marzo.

«Un gesto semplice da fare insieme per un’ora, attraverso tutto il globo». È questo secondo Mariagrazia Midulla, responsabile clima ed energia del Wwf, il senso dello spegnimento delle luci che attraverso tutti i fusi orari, coinvolgerà il pianeta Terra.”

L’appello per il cambiamento climatico del 28 marzo in Italia, trova il sostegno di istituzioni, cittadini, imprese, leader religiosi e personaggi noti, tra i quali, Papa Francesco, il cantante Marco Mengoni e Samantha Cristoforetti dalla Stazione spaziale internazionale.

Altra novità di questa edizione, l’appoggio della Marina Militare che con la sua adesione estenderà l’ora di buio alle coste e le aree portuali.

“Il sostegno alla nostra campagna», spiega Midulla, «continua a crescere giorno per giorno. Ed è talmente grande da farci pensare che mentre si spengono le luci si accende la speranza”.