Arriva il Buono Vacanza: Dov’è il nostro comprensorio?

Dal 20 gennaio 2010 sarà possibile prenotare i Buoni Vacanza che saranno validi fino al 30 giugno 2010. Il contributo potrà essere erogato una sola volta per nucleo familiare e fino ad esaurimento dei fondi disponibili con criterio di priorità cronologica e saranno vincolati al versamento dell’importo residuo a carico del richiedente.

Importante notare il criterio di priorità cronologica, che ci spinge a consigliare ai cittadini di verificare fin da subito sul sito www.buonivacanze.it se rientrano tra gli aventi diritto, usando la voce “richiesta buoni vacanze” che, pur non permettendo ancora la prenotazione, consente di sapere se si ha diritto al contributo e l’eventuale entità dello stesso. Qualora si sia interessati, consigliamo poi di procedere immediatamente dopo il 20 gennaio alla prenotazione.

Facciamo notare che i buoni vacanza offrono, sì, ad esempio, ad una famiglia di 4 persone, con reddito inferiore ai 25.000 euro, la possibilità di richiedere un libretto di buoni (del valore singolo di 20 o 5 euro) per un valore totale fino a 1230 euro, pagandoli 676,50 euro, con uno sconto del 55%, ma che tale cifra dovrà essere versata entro 10 giorni dalla prenotazione, andando quindi a far pesare fin da subito le spese delle vacanze su un bilancio familiare già esiguo. Questo aspetto, pur non invalidando la bontà del provvedimento, è da tener presente all’atto della prenotazione.

I buoni si potranno poi spendere singolarmente anche in diversi periodi (entro il 30 giugno 2010) presso le diverse strutture convenzionate che a loro volta applicano un ulteriore sconto su prezzi normalmente praticati nel periodo.

E qui segnaliamo una nota dolente: nel nostro comprensorio, a vocazione altamente turistica, si sono segnalate ad oggi solo una struttura di Allumiere ed una di Ladispoli. Dove sono le altre strutture? Le altre realtà turistiche non sono interessate ad approfittare di questa opportunità di far conoscere in tutta Italia le loro offerte?

Speriamo che questa assenza sia dovuta alla non conoscenza di questa opportunità, data la recente introduzione dei “buoni vacanza”, ed invitiamo gli operatori turistici del comprensorio a segnalarsi.