Primi Interventi del TAR sull’aumento della TIA

A seguito del Ricorso presentato da MDC e dalle altre forze sociali il TAR del Lazio chiede chiarimenti al Comune di Civitavecchia sugli ultimi aumenti della TIA.

 

 

Con provvedimento 01674/2009 R.O.C. la Seconda Sezione del TAR del Lazio ha ordinato al Comune di Civitavecchia di produrre, entro 60 giorni, i seguenti documenti:

-) copia degli atti istruttori adottati ai fini dell’adozione della delibera oggetto di impugnazione;

-) documentati chiarimenti in ordine ai criteri di valutazione applicati ai fini della determinazione della tariffa oggetto di gravame, evidenziandone i profili di conformità al metodo previsto dal d.p.r. n. 158/99, agli artt. 2, 3, 5 e 6;

-) documentati chiarimenti in ordine alla circostanza, riferita da parte ricorrente, per la quale il Collegio Sindacale avrebbe evidenziato un utile netto nello stato del bilancio della società Etruria Servizi per il 2008, relativamente al settore dell’igiene urbana, di circa 300.000,00 euro, precisando se ed in che misura di detto elemento si sia tenuto conto in sede di determinazione della tariffa oggetto di impugnativa;

-) ogni ulteriore atto o chiarimento utile ai fini del decidere, alla luce dei motivi di censura spiegati da parte ricorrente.

Tale iniziativa del TAR rappresenta un grande passo avanti che avvicina i cittadini al chiarimento sulla legittimità degli aumenti della TIA conseguenti alla delibera della Giunta Comunale n.89 del 16/03/2009.

Questo ricorso al TAR, più ancora del precedente sugli agi per le riscossioni che ha fatto giurisprudenza per tutta Italia, rappresenta a pieno lo spirito del Movimento Difesa del Cittadino.

Uno spirito di completo dialogo ed apertura nei confronti dei cittadini e delle forze politico/sociali, che ci hanno chiesto di verificare la legittimità di questi aumenti, e di coordinamento con le altre forze sociali (Cgil,Uil, Confcommercio Roma, Ascom Civitavecchia, Cna) che ci hanno sostenuto in queste richieste dinnanzi al TAR, permettendo, per la prima volta, l’unione di molte forze sociali intorno ai veri “sovrani” di questa città: i Cittadini, siano essi privati, famiglie, imprenditori, commercianti o lavoratori.

Un’unione d’intenti, che supera la barriera delle sigle, e che, in un clima politico arroventato ed avvelenato da personalismi, come spesso è quello locale, porta una ventata di nuovo.

Speriamo che tali iniziative possano ripetersi con sempre maggior frequenza e che si possano aprire, inoltre, nell’immediato futuro dei tavoli consultivi e di confronto tra il Comune e le forze sociali per superare la logica del ricorso al TAR come unica forma di confronto possibile.

Al fine di evitare, inoltre, accuse di non leggere per intero i dispositivi del TAR, rivolteci nel recente passato per interposta persona, pubblichiamo integralmente l’ordinanza sul nostro sito per chiunque voglia prenderne visione.

Chiudiamo questo comunicato esprimendo vivo ringraziamento al nostro legale, avv. Roberto Immediata, sempre puntuale ed incisivo nelle sue azioni ed alle forze sociali che ci sostengono in questa battaglia attraverso i loro legali, avv Paolo Mastrandrea e avv. Maria Cristina Riccetti.

Movimento Difesa del Cittadino

Sede Comprensoriale di Civitavecchia

Il Presidente

Massimiliano Astarita