Acqua a Civitavecchia: Stangata in arrivo. Consumatori sul piede di guerra

Civitavecchia: 3 anni di bollette idriche verranno riscosse, pare, senza alcuna rateizzazione.

Astarita (Pres. MDC Civitavecchia)  “I cittadini non devono pagare le inefficienze della politica”

Apprendiamo dalla Stampa che il Sindaco di Civitavecchia scopre solo ora che le bollette dell’idrico non vengono inviate, e, dando la colpa alla precedente amministrazione, decide che le bollette devono essere riscosse “senza rateizzazioni” perché si allungherebbero i tempi di recupero delle somme ed il Comune, con i conti disastrati, non può permetterselo. Al limite, si legge sempre nell’articolo, si potrà cercare qualche soluzione di dilazione tramite le Banche.

Restiamo sbigottiti da queste dichiarazioni, per due motivi:

  • perché già nel 2010 intervenimmo sulla vicenda, in risposta ad una analoga soluzione proposta dal Consigliere Petrelli che, comunque, aveva presentato un’interrogazione in merito, sollevando il problema. E chi occupa ora i banchi del consiglio lo scopre dopo 7 mesi dall’insediamento?
  • perché ci sembra assurdo che non si preveda, prima di iniziare la riscossione, una forma di rateizzazione che renda possibile ai cittadini di pagare quanto dovuto e non riscosso senza aggravare la crisi economica già in atto nel Comprensorio, decisamente peggiore della già disastrata situazione nazionale.

Se il Comune non può permettersi di non riscuotere in tempi brevi, ancor meno le famiglie possono permettersi di pagare ulteriori bollette stratosferiche.

Decisioni di questa portata non possono essere prese senza consultare le Associazioni che per legge hanno diritto di esprimere un parere sull’operato del Comune, e proprio per questo, se non verremo convocati a breve, porteremo nuovamente la “questione Civitavecchia” su tutti i tavoli istituzionali di rilievo provinciale, regionale  e nazionale di cui facciamo parte.

Non comprendiamo la scelta di questa Amministrazione che, in piena continuità con la precedente, sistematicamente evita il dialogo con chi, per ruolo e competenza, ha gli strumenti sia per consigliare che per censurare le scelte.

Ricordiamo infatti che il Presidente di MDC Civitavecchia ricopre le cariche di Consigliere presso il Garante del Servizio Idrico Regionale e di membro di Presidenza dell’Organismo provinciale di Tutela del servizio idrico.

Nel caso questa amministrazione permanesse nella decisione di non concordare procedure comuni di raffreddamento dei conflitti fra Gestore ed Utenza, ci dichiariamo fin d’ora a disposizione dei cittadini che potranno rivolgersi a noi tramite il sito www.sportelloconsumatori.org oppure, tramite appuntamento da concordare chiamando il numero 0766/036164 ,  per valutare ogni azione utile ad evitare il collasso del proprio bilancio familiare.

Signor Sindaco, sono sette mesi che cerchiamo di avere con Lei un dialogo, e siamo sempre disponibili ad averlo, ma non possiamo e non vogliamo dimenticare il nostro ruolo di UNICO ENTE ESPONENZIALE POSTO A TUTELA DEI CONSUMATORI attivo nel territorio.

Lascia un commento