Diffamazione su Facebook se non si prova il furto d’identità

Condanna per diffamazione su FacebookMessaggi non riconducibili all’imputato e frasi non offensiveGravi le offese e certa l’attribuzione senza denuncia del furtoCondanna per diffamazione su Facebook[Torna su]
Merita la condanna, anche risarcitoria, per diffamazione l’imputato che contesta l’attribuzione del messaggio pubblicato sul profilo Facebook a se stesso, ma non denuncia alcun furto della propria identità e che indirizza a un Comandante della polizia municipale offese degradanti e accuse di occupare un posto pubblico senza averne titoli e meriti.
Così conclude la Cassazione nella sentenza n. 40309/2022 (sotto allegata). Messaggi non riconducibili all’imputato e frasi non offensive[Torna su]
Vicenda processuale che inizia quando l’imputato viene condannato per il reato di diffam…

.. leggi il seguito