Responsabilità ex art. 94 c.p.c. e condanna in proprio del rappresentante

L’ipotesiLa rispostaLa ratio della normaLa giurisprudenza della CassazioneLa giurisprudenza di meritoL’ipotesi[Torna su]Può il rappresentante legale di una società inattiva o incapiente formulare e/o reiterare istanze ovvero introdurre giudizi esclusivamente preordinati al solo scopo di aumentarne le probabilità di accoglimento?La risposta[Torna su]E’ ovviamente negativa anche per i principi elaborati in tema di abuso del processo; in tali ipotesi si può chiedere la condanna al pagamento delle spese di lite nei confronti del rappresentante legale personalmente – ovvero in solido con la rappresentata – ex art. 94 c.p.c.La ratio della norma[Torna su]
Come rilevato dalla dottrina più autorevole, la condanna in proprio dei rappresentanti è fattispecie derogatoria al canone oggettivo della so…

.. leggi il seguito