Sempre più famiglie a rischio usura

Sono allarmanti i dati forniti dalla Consulta Nazionale Antiusura in merito alla situazione che si registra in Italia sul fronte usura.

Le famiglie che rischiano di essere esposte all’usura sono aumentate del 53,5% nei dieci anni segnati dalla crisi economica, con i conti in rosso che sono passati da 1.277.000 del 2009 a 1.959.433 del 2019.

Una fotografia del Paese che dimostra la delicatezza, e al tempo stesso, la pericolosità della situazione, testimoniata anche dalla vendita all’asta di oltre 500mila unità immobiliari negli ultimi 8 anni.

Numeri che confermano che l’usura è sempre in agguato quando la povertà morde le famiglie ed il fallimento minaccia le imprese. Soprattutto al Sud, dove il fenomeno è più marcato, in particolare in Calabria.

In un’intervista rilasciata recentemente a Il Fatto Quotidiano, Maurizio Fiasco, sociologo e consulente della Consulta Nazionale Antiusura, ha sostentuo la necessità di provvedimenti ad hoc per ripristinare l’equilibrio, riducendo l’esposizione debitoria e consentendo l’accesso ai benefici di welfare. Di sicuro la situazione deve essere monitorata costantemente e con la massima attenzione, fornendo supporto alle famiglie ed alle imprese in modo da evitare di finire in mano agli usurai.

Powered by WPeMatico

Lascia un commento