Furto in abitazione e uso successivo di violenza o minaccia

di Paolo M. Storani – Torna sulle colonne virtuali di LIA Law In Action una decisione del 15 maggio 2019 del Dott. Domenico Potetti, che ricopre le funzioni di GIP/GUP presso il Tribunale Penale di Macerata e che costituisce un autentico faro intellettuale. Questa volta la fattispecie affrontata è quella del furto in abitazione con alcune peculiarità tutte da esaminare.In particolare, l’imputata – concorrente “non voleva e non prevedeva che il reato di furto preveduto e voluto trasmodasse in quello di rapina”, per adoperare le espressioni del Giudicante.Del resto, “non c’è prova che l’imputata avesse previsto e voluto anche la violenza, almeno a titolo di dolo eventuale, ed anzi la confessione resa e il credibile pentimento (con conseguente almeno parziale risarcimento del danno) autorizza…

.. leggi il seguito