Le libertà dimenticate ai tempi del Covid

di Nazario Agostini – Intendo concedermi alla fatica mentale senza indulgere al conformismo, poiché solo irresponsabili possono restare indifferenti a un mondo dove i cani hanno più diritti dei bambini.
Induce non poca malinconia pensare che, al di là della ontologica impossibilità di predeterminare normativamente una efficace salvaguardia dei diritti di libertà, nella fattispecie il giurista si trovi quasi del tutto disarmato.
La legge ci vuole genuflessi al suono spaventoso della coazione alla nostra libertà ma esiste e va rispettata.
Per criticarla, in termini di iniquità, disponiamo solo della possibilità di adottare parametri concettuali per i quali comprendere che bianco e nero non possono essere altrettanto veri.
Non giova evocare gli stereotipi del pancostituzionalismo.

.. leggi il seguito