Opzione donna: quanto si perde


di Valeria Zeppilli – L’opzione donna permette alle lavoratrici di anticipare la pensione e collocarsi a riposo dal lavoro già a 58 o 59 anni di età, a seconda che si tratti, rispettivamente, di dipendenti o autonome.
Ma la tentazione può essere assecondata solo una volta che si è perfettamente consapevoli di tutti i pro e i contro di una simile scelta. Infatti, chi decide di aderire all’opzione donna deve accettare anche una decurtazione dell’assegno pensionistico che si andrà a percepire, che in alcuni casi può risultare anche decisamente significativa. Opzione donna: calcolo dell’assegno Quanto è ridotto l’assegno pensionistico Quando conviene l’opzione donna Opzione donna: calcolo dell’assegno[Torna su]
Le regole di calcolo dell’assegno spettante a coloro che accedono a tale fo…

.. leggi il seguito