Coronavirus, donne giuriste: «Con i dpcm si rischia di comprimere diritti»


di Gabriella Lax – In tempo di coronavirus si è fatto largo uso di decreti del presidente del consiglio dei ministri nella legislazione d’emergenza, quando, invece lo strumento più idoneo da utilizzare per la legislazione emergenziale è il decreto legge. Lo scrive in una nota l’Adgi Roma, Associazione Donne giuriste italiane sezione di Roma.

Coronavirus, legislazione d’emergenza: troppi DpcmCoronavirus, rischio pioggia di ricorsiCoronavirus, la soluzione è il decreto leggeCoronavirus, legislazione d’emergenza: troppi Dpcm[Torna su]
Per la legislazione d’urgenza, chiariscono le donne giuriste, sono stati «prodotti una serie di atti (dpcm, decreti ministeriali, ordinanze presidenti regioni, protocolli, messaggi, circolari, ecc.) che non solo creano una grande confusione, ma semb…

.. leggi il seguito