Avvocati: se arrivano i 600 euro, arrivano in ritardo


di Valeria Zeppilli – Il decreto liquidità, con grande sorpresa degli interessati, ha disposto che i professionisti iscritti a una cassa previdenziale privata non potranno godere dell’indennità coronavirus di 600 euro, istituita dal decreto Cura Italia, se sono iscritti anche all’Inps.
La cosa, oltre a destare sorpresa e critiche, ha anche determinato un significativo rallentamento dei pagamenti. Pagamenti rinviati in attesa di verificaRischio di danno erarialeTutti i professionisti in sospesoPagamenti rinviati in attesa di verifica[Torna su]
Cassa Forense, ad esempio, era pronta a disporre i 70mila bonifici destinati agli aventi diritto, ma si è dovuta fermare e, già nella serata di giovedì 9 aprile (data di pubblicazione in Gazzetta Ufficiale del decreto liquidità), ha inviato a t…

.. leggi il seguito