La Corte Ue riconosce al condominio la qualifica di consumatore

Avv. Roberto Rizzo – “Nell’oggi cammina già il domani”. Secondo l’idea del grande filosofo inglese Samuel Taylor Coleridge, sembra finalmente essere giunta al punto d’approdo la lunga evoluzione che ha condotto il condominio ad essere finalmente parificato al “consumatore”, nel senso tecnico fornito dal Codice del Consumo (D.Lgs. n. 206/2005). La vicenda, che aveva tratto origine dall’ordinanza pregiudiziale di rinvio del tribunale di Milano dell’1 aprile 2019, nell’ambito di una controversia sorta tra un Condominio ed una società fornitrice di energia elettrica, riguardava l’applicazione negata dal predetto condominio, perché ritenuta abusiva, di una clausola impositiva degli interessi di mora al contratto in essere tra le parti.La Corte di Giustizia UE, sez. I, con la recentissima senten…

.. leggi il seguito