La Cassazione ritorna sul concetto di condomino apparente

Avv. Roberto Rizzo – “Ciò che vediamo non è ciò che vediamo, ma ciò che siamo”. Questa frase pronunciata dal celeberrimo scrittore e poeta portoghese Fernando Pessoa, ci introduce nel sempre attuale tema dell’apparenza del legittimato passivo delle azioni recuperatorie poste in essere dall’amministratore diligente nei confronti dei morosi, che è oggetto della pronuncia in commento (Cassazione, Sez. VI, Ordinanza n. 724 del 15.01.2020), la quale, indubbiamente, si colloca nel solco tracciato da quelle pronunce, di legittimità e di merito, favorevoli ad un’interpretazione restrittiva, e limitata solo agli effettivi proprietari, della qualità di condòmino. Veniamo subito alla vicenda processuale.Decreto ingiuntivo usufruttuario unità immobiliari in condominioCondomino apparente: le decisioni …

.. leggi il seguito