Coronavirus: stop agli incontri tra padre e figlio residenti in comuni diversi


di Marina Crisafi – È legittimo sospendere le visite tra padre e figlio residenti in due comuni diversi in ragione dell’emergenza coronavirus. È quanto ha ritenuto il tribunale di Bari, con ordinanza depositata il 26 marzo 2020 (sotto allegata), affermando che momentaneamente si può sopperire alle limitazioni con le videochiamate.Istanza di sospensione incontriDiritto di visita: incontri padre e figlio non sicuriLa salute al di sopra di tuttoIncontri interrotti: c’è SkypeIstanza di sospensione incontri[Torna su]
Il tribunale si è espresso a seguito dell’istanza depositata della madre, presso la quale il minore è collocato. La donna ha chiesto la sospensione degli incontri con il bambino, in ragione dell’emergenza e della residenza del padre presso un altro comune.
Diritto di visita…

.. leggi il seguito