Permesso di soggiorno per motivi familiari: serve la convivenza


di Annamaria Villafrate – Con l’ordinanza n. 7427/2020 la Cassazione, nel rigettare il ricorso a un cittadino del Marocco a cui è stato negato il permesso di soggiorno per ricongiungersi con la sorella, cittadina italiana, chiarisce che per ottenere questo documento è necessario provare la convivenza perché da questa si desume un progetto di vita comune e un legame affettivo reale. Negato permesso di soggiorno per motivi familiariIl ricorso in CassazionePermesso soggiorno motivi familiari: serve convivenza tra fratello e sorellaNegato permesso di soggiorno per motivi familiari[Torna su]
Un cittadino del Marocco impugna di fronte al Tribunale il decreto di respingimento del Questore. Il giudice di primo grado però rigetta l’impugnazione. Il soccombente ricorre quindi in appello, ma anc…

.. leggi il seguito