Coronavirus: l’ingarbugliata questione della sospensione dei termini e delle udienze

Il peggioramento dello scenario di pandemia da COVID-19, ritmato dagli insopportabili toni dei telegiornali che scandiscono autentici bollettini di guerra, ha imposto al Governo l’emanazione di un nuovo decreto legge rispetto a quello n. 11 dell’8 marzo 2020 di cui trattammo appena una settimana fa.
La sospensione dei termini viene, dunque, prorogata dal 22 marzo al 15 aprile 2020 con alcune rilevanti novità. Scenario emergenziale Differimento generalizzato La relazione accompagnatoria alla legge di conversione del D.L.Non occorre più l’udienza pendente La conferenza stampa del Ministro e il comunicato del Ministero Le questioni sul tavolo dell’interprete Le vicissitudini dei termini a ritrosoIl periodo cuscinetto slitta al 16 aprile – 31 maggio: dubbi di costituzionalità Scenario emerg…

.. leggi il seguito