Coronavirus: è reato anche convocare le assemblee condominiali


Avv. Michele Zuppardi – Coronavirus in condominio? No grazie, dobbiamo evitarlo a tutti i costi, anche sospendendo le regolari attività amministrative che transitano per legge dai poteri decisionali attribuiti ai comproprietari delle parti comuni, e che si esplicano nel corso di necessari incontri collettivi formali. I timori che coinvolgono l’Italia intera hanno condotto alla firma dell’ormai noto provvedimento firmato dal Presidente del Consiglio dei Ministri Giuseppe Conte, nel quale si specificano le misure di prevenzione da adottare a causa del Covid-19.Dpcm 4 marzo: i divietiApplicabilità agli amministratori condominialiL’articolo 650 del codice penaleInteresse collettivo e ordine pubblicoDpcm 4 marzo: i divieti[Torna su]
La disposizione che interessa lo svolgimento delle attivit…

.. leggi il seguito