Diffamazione anche con l’emoticon


di Annamaria Villafrate – Il Tribunale di Verona con il decreto del 27 gennaio 2020 (sotto allegato) ha disposto la cancellazione di un emoticon da un post di Facebook, perché il suo utilizzo non rientra nell’esercizio legittimo del diritto di critica. Diffamazione se si superano i limiti del diritto di criticaPresupposti e limiti del diritto di criticaVia l’emoticon dal post di Facebook se l’utilizzo non rientra nel diritto di criticaDiffamazione se si superano i limiti del diritto di critica[Torna su]
Un soggetto presenta ricorso al Tribunale dolendosi del fatto che sono stati rivolti alla sua persona termini “altamente lesivi della dignità, diffamatori” che vanno ben “oltre il diritto di critica” in quanto frutto di “mera manifestazione di odio.” Presupposti e limiti del diritto di…

.. leggi il seguito