L’insegnante che fa violenza anche morale commette sempre reato


di Annamaria Villafrate – Con la sentenza n. 7969/2020 (sotto allegata) la Cassazione respinge il ricorso di un’insegnante, condannata nei primi due gradi di giudizio per il reato di abuso dei mezzi di correzione. Gli Ermellini ribadiscono infatti che in ambito scolastico è sempre reato tenere condotte violente morali e fisiche, per finalità educative. Abuso dei mezzi di correzione per l’insegnante che umilia gli alunniCondanna fondata su racconti inattendibili e su un rischio danni non provatoLe condotte violente della maestra integrano sempre reatoAbuso dei mezzi di correzione per l’insegnante che umilia gli alunni[Torna su]
La Corte d’appello conferma la decisione del Tribunale che, al termine del giudizio abbreviato, condanna un’insegnante a tre mesi di reclusione per il reato di …

.. leggi il seguito