Il Parlamento Ue vara il Copyright 2.0

Il Parlamento Ue vara il Copyright 2.0

Nuove regole dall’Unione Europea sul diritto d’autore in internet.

Il Parlamento Ue ha varato la riforma del copyright, che prevede nuove norme che includono salvaguardie alla libertà di espressione e permetteranno a creatori ed editori di notizie di negoziare con i giganti del web.

Come riporta l’Ansa, viene data la possibilità facoltativa agli editori di stampa di negoziare accordi con le piattaforme per farsi pagare l’utilizzo dei loro contenuti. Le parole che descrivono un articolo non sono protette, i link restano liberi e gratuiti, mentre gli introiti dovranno essere condivisi con i giornalisti.

Tra le altre novità introdotte, è riconosciuto il diritto a colmare il divario tra i ricavi delle grandi piattaforme commerciali con la diffusione di contenuti protetti da copyright e la remunerazione agli autori o detentori dei diritti, mentre l’utente che carica online materiale protetto da copyright non autorizzato non rischia più multe, in quanto la responsabilità sarà delle grandi piattaforme (ad esempio Facebook e YouTube), con obblighi ridotti per le medie ed esenzione per le piccole



Fonte: CODICI: Il Parlamento Ue vara il Copyright 2.0

Powered by WPeMatico