Spese mediche all'estero. Cosa è possibile detrarre?

Spese mediche all'estero. Cosa è possibile detrarre?

Cosa é possibile detrarre dalle spese mediche all’estero?

Nel settembre 2017, per motivi di salute, sono stata costretta a sottopormi ad una serie di accertamenti medici in Francia. Si chiede sapere se è possibile detrarre le spese sostenute per la visita, il trasporto ed il soggiorno.
I contribuenti che nel corso del 2017 hanno affrontato spese mediche all’estero possono godere di alcune agevolazioni in sede di dichiarazione dei redditi. Vediamo nel dettaglio quali.
Diverse tipologie di spesa – Nella gran parte dei casi, le spese mediche che sono state sostenute all’estero seguono lo stesso regime di quelle affrontate in Italia.

Conservando dunque la documentazione rilasciata dagli specialisti (siano esse ricevute, scontrini, ecc.) è possibile accedere alla detrazione del 19%, al netto della franchigia di 129,11 euro.
Si faccia attenzione però a non confondere le spese mediche con quelle accessorie!

Spese mediche e spese accessorie – Le spese mediche infatti fanno capo alle spese affrontate per la visita vera e propria, nonché ai farmaci che vengono acquistati a fini terapeutici, a eccezione di quelli c.d. “da banco” e quelli “da automedicazione” che vengono oramai commercializzati anche nei supermercati e in vari esercizi commerciali; le spese accessorie invece riguardano tutta una serie spese che fanno da cornice alla spesa medica ma che non danno diritto all’agevolazione, quali le spese di soggiorno e trasporto.

Pertanto, nel caso di specie la contribuente potrà portare in detrazione la spesa sostenuta per la visita stessa ma non potrà godere di alcuna agevolazione per le spese affrontate per il viaggio ed il soggiorno, poiché rientranti nella categoria di quelle accessorie.

Di seguito si fornisce un esempio

Supponiamo che la contribuente abbia sostenuto spese per 2.000 euro, di cui: euro 600 per le visite, euro 400 per il viaggio ed euro 1.000 per il soggiorno.
L’unico importo che si potrà presentare in sede di dichiarazione è quello relativo alle visite, quindi euro 600, che si andrà a sommare alle altre spese mediche che la contribuente avrà sostenuto nell’anno. Non potrà invece detrarre né le spese per il viaggio (euro 400) né quelle per il soggiorno (euro 1.000). Si ricorda che il 19% andrà calcolato sull’importo complessivo delle spese mediche e non sulle singole spese.

Autore: Ilaria Pugliese



Fonte: CODICI:

Spese mediche all’estero. Cosa è possibile detrarre?

Powered by WPeMatico

Lascia un commento