MALATTIA: OCCHIO ALLA VISITA FISCALE!

MALATTIA: OCCHIO ALLA VISITA FISCALE!

Sarà capitato a tutti, almeno una volta, di doversi assentare dal lavoro per malattia. 

In tali circostanze, anche se non presente sul posto di lavoro, il lavoratore continuerà a percepire la retribuzione in quanto l’istituto di previdenza presso il quale risulta iscritto gli corrisponderà un’indennità sostitutiva di malattia, nel senso che sarà l’Inps a pagare il costo delle giornate durante le quali il lavoratore risulta assente. 

Ovviamente lo stato di malattia dovrà risultare da certificazione medica.

Per evitare che qualcuno faccia il “furbetto” è previsto che, in caso di malattia, il lavoratore sia sottoposto a visita fiscale, su richiesta del datore di lavoro o dell’Inps. 

La visita fiscale verrà effettuata presso il domicilio indicato nel certificato medico, nelle fasce orarie di seguito indicate: 

  • 9:00 – 13:00 e 15:00 – 18:00 per i dipendenti pubblici;
  • 10:00 – 12:00 e 17:00 -19:00 per i dipendenti del settore privato.
Per entrambe le categorie di lavoratori, la reperibilità è attiva 7 giorni su 7, comprese le giornate non lavorative, i festivi, i prefestivi e i weekend.
N.B. Con l’introduzione delle nuove regole, a partire da gennaio 2018, la visita fiscale può essere ricevuta anche per più volte nella stessa giornata.
Riteniamo opportuno segnalare che, in caso di assenza ingiustificata alla visita fiscale, si può incorrere in pesanti sanzioni che prevedono la decurtazione della retribuzione in misura pari al: 
  • 100% per i primi 10 giorni di patologia;
  • 50% per le successive giornate.
Tuttavia, entro 15 giorni dalla notificata sanzione, i lavoratori possono presentare una valida giustificazione per l’assenza. 
Infine, nel caso di guarigione anticipata rispetto alla prognosi indicata dal medico competente, bisognerà procedere alla rettifica del certificato medico. 
Salvatore Cortese



Fonte: CODICI: MALATTIA: OCCHIO ALLA VISITA FISCALE!

Powered by WPeMatico

Aiutaci con un Like e Seguici sui social:
0