Il Decreto Dignità varato dal nuovo Governo stabilisce il divieto di pubblicità del gioco d’azzardo. Commento positivo di CODICI

Il Decreto Dignità varato dal nuovo Governo stabilisce il divieto di pubblicità del gioco d'azzardo. Commento positivo di CODICI

CODICI commenta positivamente l’importante novità apportata ​per contrastare la ludopatia

Viene accolta positivamente dall’Associazione CODICI, la scelta del nuovo Governo di eliminare la pubblicità sul gioco d’azzardo, come emerge dall’articolo 8 del Decreto Dignità, recentemente varato​.
​L’Associazione CODICI, da anni impegnata nella difesa e tutela dei diritti e interessi dei consumatori, ricorda quante opacità ci siano state sulla questione da parte di ex Ministri de​i precedenti governi​, per l’inopportuna presenza di pubblicità sulle scommesse, attraverso i maggiori media e cartelloni pubblicitari.
Il provvedimento, a firma del Ministro dello Sviluppo economico e Ministro del Lavoro e delle Politiche sociali Luigi Di Maio, nel Governo guidato dal Presidente del Consiglio Giuseppe Conte, introduce il divieto assoluto di ogni forma di pubblicità, diretta o indiretta, relativamente a giochi o scommesse con vincite di denaro. Si fa riferimento a qualsiasi forma di sponsorizzazione, incluse le manifestazioni sportive, culturali o artistiche, le trasmissioni televisive o radiofoniche, la stampa quotidiana e periodica, le pubblicazioni in genere, le affissioni ed internet.
Nello specifico, è stato stabilito che, a partire dal 1° gennaio 2019 diventerà effettivo il divieto di pubblicità e di tutte le altre forme di comunicazione di contenuto promozionale, compresa l’immagine o il nome di marchi, simboli, attività o prodotti riconducibili al gioco d’azzardo.
L’Associazione Codici, da sempre impegnata nella lotta alle ludopatie e alle dipendenze legate al gioco d’azzardo, apprezza la grande novità inserita nel Decreto Dignità, una legge che si pone a tutela a difesa del consumatore e per questo rappresenta un importante passo avanti per contrastare questo fenomeno dilagante a livello sociale.

​”Il fenomeno della ludopatia in Italia è diffuso in maniera trasversale, tra gli adolescenti come fra gli anziani​,​
ed è tra le prime cause di prestiti usurai​- afferma il Segretario Nazionale dell’Associazione CODICI Ivano Giacomelli – pertanto non possiamo che accogliere positivamente le nuove misure in materia di pubblicità del gioco d’azzardo, che rappresentano un primo passo in direzione della lotta al contrasto del gioco patologico”.



Fonte: CODICI:

Il Decreto Dignità varato dal nuovo Governo stabilisce il divieto di pubblicità del gioco d’azzardo. Commento positivo di CODICI

Powered by WPeMatico



Scrivi un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*