Ultime Notizie

Sciopero trasporto aereo del 10 febbraio: a rischio cancellazioni i voli delle Compagnie low cost

Sciopero trasporto aereo del 10 febbraio: a rischio cancellazioni i voli delle Compagnie low cost
Garantite le prestazioni indispensabili secondo normativa vigente. CODICI: ecco a cosa hanno diritto i viaggiatori

Le organizzazioni sindacali UGL-TA e UNICA hanno indetto uno sciopero dalle ore 10.00 alle ore 18.00 di sabato 10 febbraio. Previsto lo stop del personale navigante di Ryanair per 4 ore (10.00-14.00) e Vueling per 8 ore (10.00-18.00).

Dunque, se confermato come pare, assisteremo a cancellazioni di voli da parte delle due compagnie low cost, oltre a ritardi e disagi vari. Oltre a Ryanair e Vueling, nello stesso giorno sciopereranno anche i lavoratori della Blue Panorama nella stessa fascia oraria, così come il personale di Brookfield Aviation International e McGinley Aviation.

Lo sciopero di Ryanair vede interessati tutti i lavoratori: piloti, personale di bordo e di terra e personale di società collegate alla compagnia irlandese. Lo sciopero della Blue Panorama indetto dalle maggiori sigle sindacali, riguarderà il personale navigante e durerà 4 ore dalle ore 10 alle ore 14.00.

Vediamo come devono comportarsi in questo caso i viaggiatori che non sanno cosa fare e quali sono i loro diritti. In caso di sciopero i passeggeri avranno diritto: non solo a scegliere tra rimborso del prezzo del biglietto e riprotezione sul primo volo utile, ma anche agli indennizzi contrattuali, perché è uno sciopero del personale della compagnia aerea e non esterno (come per esempio, accade per le ipotesi di sciopero del personale dell’aeroporto, dei controllori di volo, ecc).

La direttiva CE 261/2004 ritiene esimenti le sole circostanze eccezionali che non si sarebbero comunque potute evitare anche se fossero state adottate tutte le misure del caso, come in caso di instabilità politica, condizioni meteorologiche incompatibili con l’effettuazione del volo in questione, rischi per la sicurezza, improvvise carenze del volo sotto il profilo della sicurezza e scioperi che si ripercuotono sull’attività di un vettore aereo operativo.

In questo caso, la circostanza è evitabile e causata dalla compagnia, quindi gli indennizzi che vanno da 250 a 600 euro, a seconda della tratta, oltre al rimborso spese ed altro, sarebbero dovuti. CODICI ha attivato un’utenza apposita: 377.3500500 – email: codici.corato@codici.org e codici.puglia.org per fornire assistenza ai viaggiatori.



Fonte: CODICI: Sciopero trasporto aereo del 10 febbraio: a rischio cancellazioni i voli delle Compagnie low cost

Powered by WPeMatico

E tu? Dicci come la pensi